Skip to content

Blog

Reggia di Caserta: la Versailles italiana

La Reggia di Caserta è uno dei luoghi più affascinanti d’Italia. Fu progettata da Luigi Vanvitelli e trasformata in dimora del monarca Carlo di Borbone, affascinato dalla bellezza di Caserta: per motivi di sicurezza la volle lontana dal mare e dall’entroterra, ma non da Napoli. Il progetto di costruzione andò un po’ per le lunghe.
Durante la carestia del 1764, infatti, il palazzo fu utilizzato come ricovero per i poveri e i bisognosi. Intanto il maestro Vanvitelli morì e lasciò le redini del progetto nelle mani di suo figlio Carlo, che lo terminò nel 1845.
Pensa che nella costruzione di questo palazzo sono stati impiegati ben 3.000 lavoratori, compresi i prigionieri come manovali!
Non tutti sanno che la Reggia di Caserta è la reggia più grande del mondo: si estende su una superficie di 45.000 mq, su cinque piani, con: 1200 lussuose stanze, preziosi affreschi sul soffitto, 143 finestre e 34 gradini.

 

Gli interni della Reggia, tra sfarzo ed eleganza

L’opera, oltre ad essere spettacolare dal punto di vista scenografico, lo è anche a livello architettonico, perché combina una varietà di stili nella disposizione e nei dettagli decorativi tra cui barocco, rinascimentale e neoclassico.
Anche per questi motivi, nel 1997 la Reggia di Caserta è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Sul lato destro dell’ingresso del palazzo troviamo il famoso “Scalone d’onore”: un’elegante scalinata larga 18,50 metri, lunga 117 gradini. Subito incontriamo la statua di Carlo di Borbone, che siede sul dorso di un leone, simbolo di coraggio e verità. Sali le scale fino al piano superiore e potrai visitare la Chiesa Palatina, che ha chiaramente origine dalla Reggia di Versailles. Sulla sinistra si entra nell’appartamento reale, caratterizzato da numerose sale frontali con ampie finestre, preziosi mobili in stile Luigi XVI, lampadari, decorazioni al soffitto, alle pareti, ed infine molti quadri di pregio storico e artistico.
Da non perdere la Sala dell’Alabarda, il Palazzo delle Guardie, la Sala di Alessandria, la Sala di Marte, la Sala del Trono, la Biblioteca Palatina e il Teatro di Corte.
Piccola chicca: nella sala ellittica si trova un presepe napoletano del XVIII secolo con più di 1.200 personaggi!
I Borbone erano una famiglia profondamente religiosa. Infatti da alcuni documenti emerge che i sovrani partecipavano spesso attivamente alla realizzazione del presepe, seguendo la tradizione presepiale tipica partenopea. Addirittura sembra che Carlo di Borbone, sua moglie Amalia di Sassonia e suo figlio Ferdinando fossero soliti rifinire la confezione degli abiti e collocare le statuine che formavano il presepe.
Proprio perché appassionati di questa meravigliosa arte, i sovrani decisero di creare un’installazione presepiale permanente nella Sala Ellittica della Reggia di Caserta, utilizzando come personaggi statuine che rappresentavano gente comune dalle più diverse professioni: musicisti, pastori, commercianti.
Annessa agli appartamenti della regina, infine, troverai una Biblioteca palatina con oltre 14.000 volumi, finemente decorata da rilievi ed affreschi tra i quali quello che riproduce i segni zodiacali e le costellazioni, eseguito su disegno dello stesso Vanvitelli.
E nella Reggia delle meraviglie non poteva mancare un palcoscenico degno del suo pubblico: nel secondo cortile a sinistra, infatti, troviamo il Teatro di Corte, in buona sostanza una versione su scala del Teatro San Carlo di Napoli.
Dopo la meravigliosa visita agli ambienti interni della Reggia, ti consigliamo di perderti – letteralmente – nella magnificenza dei giardini, proclamati nel 2010 i più bei giardini storici d’Italia.
Di questo, però, scriveremo in un altro articolo: la loro grandezza e bellezza meritano di esser protagonisti. Per una pausa caffè puoi fermarti alle food court situate all’inizio e alla fine della Reggia: ne troverai una all’interno dell’edificio, appena prima di entrare nel parco.

 

Come arrivare alla Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta è ben collegata a Napoli, quindi la si può raggiungere utilizzando comodamente l’automobile. Se si sceglie di viaggiare con mezzi pubblici però, va considerato che la Reggia non si trova esattamente al centro cittadino, quindi la visita andrà organizzata con cura per ottimizzare i tempi di spostamento.
Se invece scegli di raggiungere il Palazzo Reale in auto, viaggia con noi: i transfer privati NapoliNCC ti porteranno dove preferisci, con orari flessibili ed un driver professionista a tua disposizione.
Se vuoi visitare la Reggia di Caserta, puoi anche scoprire i servizi offerti da Shore Excursion – Tours & Experiences: possiamo organizzare per te anche un tour privato adatto alle tue esigenze.
Contattaci e definiamo insieme la soluzione migliore per te!